Bento #1


Il pranzo al sacco in stile giapponese approda anche in Italia! O, per lo meno, io vi propongo la prima ricetta per potervi gustare un pasto completo anche fuori casa, in ufficio, all’università o a scuola.
Non è necessario cucinare cibo giapponese né acquistare i tipici “bento” box nipponici, potete usare benissimo le scatole di plastica “Tupperware” e dilettarvi in spuntini italiani o internazionali.
Un trucchetto per accorciare i tempi di preparazione del vostro bento è organizzare in anticipo frigo e freezer. In altre parole, se preparate per cena delle uova sode, cucinatene quattro o otto invece del solito paio e usatele per il vostro pranzo al sacco del giorno seguente.
Oppure cuocete più pasta o riso, congelate altre pietanze e dopo aver sistemato tutto nel vostro bento, riscaldate/scongelate in microonde e il gioco è fatto!
Vi lascio alla mia video ricetta (i primi 5 minuti sono di presentazione e spiegazione su cosa sono i bento):

Ingredienti per 1 bento box:
- 2 uova medie;
- 120 g di riso bianco bollito;
- un cucchiaio di verdura mista bollita;
- un cucchiaio di ketchup;
- un cucchiaino di dado in polvere per insaporire (o mezza dose di quella in gelatina);
- un foglio di alga nori;
- 50 g di carne macinata di pollo (potete farne anche di più per avere più polpettine);
- maionese;
- 2 cucchiai di acqua;
- 2 cucchiai di salsa di soia;
- 2 cucchiai di mirin;
- 1 würstel piccolo;
- sale, pepe;
- verdure bollite per decorare;
- fantasia;


Preparazione:
Per i pulcini -- >
Sbattete le uova con un pizzico di sale, filtratele quindi ungete una padella (potete usare uno Scottex arrotolato come spugna per dosare l’olio di semi) e create 2 fittratine sottili. Per evitare che brucino (devono mantenere il loro colorito giallo), potete spegnere il fuoco e continuare a cuocere la frittatina con la padella coperta. Infine, rifilate con un coltello i lati della frittatina.
Cuocete 120 g di riso bollito con un cucchiaio di verdura bollita mista, un cucchiaio di ketchup e un cucchiaino di dado in polvere per insaporire. Mescolate tutto e cuocete per qualche minuto, quindi dividete il riso in due parti. Ponete una dose di riso nel mezzo di un foglio di pellicola trasparente e chiudendolo, create una polpettina di riso. Fate lo stesso con il restante riso.
Tagliate due rondelle da una carota piccola bollita (potete usare anche le baby carote, quelle già pronte nei supermercati).
Ritagliate 4 cerchietti e 4 “V” da un foglio di alga nori, saranno gli occhi e le zampette dei pulcini.
Passate a creare i pulcini: posizionate le polpette di riso nel vostro bento box e copritele  con le frittate sottili; quindi sistemate occhietti e zampette come nella foto qua sotto.

Per le polpette di carne -- >
Salate e pepate 50 g di carne di pollo macinata (io ho usato 200 g per averne di più). Aggiungete un po’ d maionese e la fecola. Mescolate e create delle polepette da 25g ognuna.
In una padella versate l’acqua, la salsa di soia e il mirin. Fate riscaldare e cuocetevi le polpette fino a che il sugo non si sarà asciugato.

Per i fiori di wurstel -- >
Tagliate a metà un wurstel piccolo. Quindi create un asterisco nella parte interna di ogni pezzo di wurstel usando un coltello: non tagliate oltre la metà della sua lunghezza.
Cuocete per un minuto in microonde e i wurstel si apriranno come dei fiori.

Assemblaggio -- >
Posizionate nello spazio sopra i pulcini le polpettine, i fiori di wrustel, alcuni broccoletti bolliti (per dare colore), delle carote lesse e così via. L’obiettivo è rendere il bento box colorato, pieno, divertente e assolutamente kawaii (termine giapponese per dire “carino”).
Potrete così gustare un pasto completo (abbiamo riso, carne, verdure) ovunque, non solo a casa!

Itadakimasu (si dice in Giappone prima di mangiare, letteralmente significa "ricevo")

il mio pulcino ha perso una zampetta :P



This entry was posted in ,,,,. Bookmark the permalink.

2 Responses to Bento #1

Leave a Reply