"L'umido di patate"


Chi è sintonizzato con la fanpage di Facebook saprà che ieri è finalmente arrivata la telecamera nuova (digitale, HD, ottima anche in luoghi chiusi, fa il caffè..no, questo no!^^). Ne sono davvero felice.
Diciamo pure che fa parte del regalo della mia laurea triennale in Lingue Orientali (prima lingua Giapponese!^^), quindi: grazie mamma!
Dalle prossime videoricette spero di ottenere una qualità migliore, colori più realistici (non so se fosse solo una mia impressione, ma durante alcune riprese l’arancione e il rosso dettavano legge!) e durante il prossimo soggiorno in Giappone (da fine Marzo) vorrei rendervi ancora più partecipi della mia esperienza!
Dopo questa piccola parentesi, vi presento l’ultima ricetta realizzata con la mia vecchia telecamera: l’ “umido” di patate.
E’ una ricetta che nella mia famiglia veniva e viene apprezzata molto (forse in generale nel territorio reggiano), soprattutto perché è perfetta per non sprecare il lesso o cappone avanzato dal brodo fatto in casa. Si sa che chi ama cucinare e mangiare, non sopporta lo spreco!
Ebbene, l’umido di patate è una sorta di spezzatino, con la differenza che la carne usata non è fresca, ma bollita precedentemente (appunto per il brodo di carne). Solitamente dopo un primo piatto a base di brodo di carne, finiamo il pasto con i bolliti e salse, ma è facile che ci siano degli avanzi.
Per questo vi propongo l’umido di patate, una ricetta veloce, economica e saporitissima!
Qui la video ricetta:



Ingredienti:
- lesso (o cappone) avanzato;
- 2 patate;
- 4 cucchiai di conserva di pomodoro;
- mezza cipolla;
 olio;
- rosmarino;
- sale;


Preparazione:
Versate in una padella un filo d’olio, quindi aggiungete la cipolla tagliata e fate cuocere a fuoco moderato fino a che non diventerà translucida. La cipolla non deve inscurire.
Quindi aggiungete le patate tagliate a cubetti, lascia tele rosolare qualche minuto e unitevi la carne, la conserva di pomodoro, il rosmarino (fresco, secco, tritato o in rametti) e salate.
Aggiungete acqua fino a coprire interamente carne e patate, coprite la padella e lasciate cuocere per circa un’ora a fuoco medio-basso.
Passata un’ora, controllate la cottura delle patate con uno stuzzicadenti; se le patate sono ancora crude e l’acqua è quasi evaporata, aggiungetene un poco e continuate a cuocere con il coperchio finché le patate non saranno morbide. Quindi continuare la cottura, senza coperchio, finché il sugo non sarà cremoso e denso.
Et voilà! Potete servire il vostro umido di patate in alcune cocotte o in un piatto da portata grande.
Buon appetito!


This entry was posted in . Bookmark the permalink.

4 Responses to "L'umido di patate"

Leave a Reply