La "Màktorta", da Budapest con amore!

Un nuovo dolce straniero, questa volta non è un piatto del mio adorato Giappone o della grande America, ma dall'antica e calorosa capitale ungherese, Budapest.
Ringrazio la Monika, moglie di mio padre, che spesso mi cucina questa favolosa crostata e che mi ha mostrato il procedimento per la sua realizzazione.
L'ingrediente principale sono i semi di papavero: potete trovarli al negozio biologico o nei supermercati ben forniti; alcuni iscritti al canale mi hanno detto che si trovano facilmente anche in drogheria.
Tradizionalmente, è un dolce che veniva cucinato per le feste natalizie, ma oggi giorno potete trovare girelle, cornetti e crostate con questo cremoso ripieno durante tutto l'anno.
Ma come gustare la Màktorta anche a casa propria?
Qui la video ricetta:


Ingredienti per la pasta frolla:
- 150 g di farina 00;
- 150 g di farina integrale;
- 100 g di zucchero;
- 150 g di burro freddo;
- 2 tuorli e 1 uovo;
- mezza bustina di lievito per dolci;
- un pizzico di sale;

Ingredienti per il ripieno:
- 300 g di semi di papavero macinati;
- 100 g di zucchero di canna;
- 1 mela grattugiata;
- la scorza di un limone;
- 1 bustina di vanillina;
- un po' di cannella;
- 20-30 ml di latte bollente;


Preparazione:
Per prima cosa, tritate i semi di papavero con un macina caffè elettrico (in questo caso aggiungete un cucchiaio di zucchero e tritate a scatti, in modo che la macchina non si surriscaldi) o con un macinino manuale.
Passiamo alla pasta frolla. In una ciotola, unite le farine, lo zucchero, il pizzico di sale e il lievito; quindi spezzattate il burro freddo e cominciate a lavorare con le dita. Aggiungete anche i tuorli e l'uovo intero, quindi lavorate per bene con le mani. Se l'impasto risulta appiccicoso, aiutatevi con un po' di farina 00; quando avrete ottenuto un impasto liscio e omogeneo, dividetelo in 2 palle (una più grande dell'altra) e lasciatele riposare sporche di farina in frigo per almeno 30 minuti.
Per quanto riguarda il ripieno, unite la cannella e lo zucchero di canna ai semi di papavero tritati, mescolate. Aggiungete la scorza di limone grattugiata (se coprite la grattugia con un pezzo di foglio di alluminio, evitate di sprecare la scorza che spesso si attacca alla grattugia^^) e la mela, precedentemente sbucciata, grattugiata anch'essa (usate un taglio un po' più largo rispetto a quello del limone). Mescolate bene e aggiungete, infine, il latte caldo che renderà il ripieno più cremoso.
Ora stendete l'impasto di pasta frolla più grande, prima tra due fogli di carta da forno, poi aiutandovi con della farina per evitare che il matterello si attacchi all'impasto. Rivestite una teglia per torta (con cerchio apribile è meglio) direttamente con la pasta frolla assime al foglio di carta da forno o imburrando e infarinando la teglia. Bucherellate la superficie della pasta e versatevi il ripieno, livellandolo con un cucchiaio.
Infine stendete la pasta frolla rimasta e create le striscioline tipiche della crostata, ponenedole sopra il ripieno, con un motivo a scacchiera e rivestendo anche i bordi.
Spennellate la pasta frolla con un uovo sbattuto e infornate a 180°C (forno ventilato) per circa 30-35 minuti.
Una volta sfornata, lasciate raffreddare qualche minuto e spolverizzate con dello zucchero a velo.
Buon appetito!

P.S. : se potete usare solo un forno statico, aumentate la temperatura di circa 20°C.

Interno della Màktorta, con semi di papavero e mela




This entry was posted in ,,,. Bookmark the permalink.

1 Response to La "Màktorta", da Budapest con amore!

Leave a Reply